Enter your keyword

Ville Venete

Ville Venete

Ville Venete: le tre belle di Landris e le loro sorelle
Villa Rudio

In Val Belluna, a Landris piccola borgata di Sedico, sul magico sfondo delle Dolomiti, si trovano  tre ville venete di straordinaria bellezza: Villa Rudio, Villa Miari Giacomini e Villa Miari Bentivoglio.
Villa Rudio sorge in posizione dominante sul punto più alto della collina di Landrìs. Il complesso si staglia contro lo sfondo imponente delle montagne dell’Agordino. La costruzione dovrebbe risalire alla fine del ‘600 (1686). Da notare i camini a campana rovesciata, all’interno decorazioni pittoriche e stucchi. Per informazioni e visite telefonare allo 043783042/0437300343.

Villa Miari Giacomini
risale al 1442 e Villa Miari Bentivoglio è piu’ recente ed è datata 1742.

villa Pasole di Pedavena. Costruita nel XVIII con grande ricchezza dalla nobile famiglia Pasole oggi estinta, l’edificio ha una facciata riccamente decorata dalle logge laterali e i due ampi scaloni semicircolari. All’interno saloni riccamente decorati. Il parco è molto vasto e abbellito da un corso d’acqua, chioschi e fontane.

Villa Sandi Zazzo
a Moldoi di Maras di Sospirolo. La località prescelta per l’edificio è perfettamente coerente col desiderio di grandiosità che si voleva dare alla costruzione, per la posizione elevata che domina sulla vallata, isolata dai centri abitati e visibile praticamente sempre da ogni punto del percorso tra Feltre e Belluno. La villa poi è superbamente coronata dalla cima del monte Pizzocco, caratteristico per il suo profilo di corno dogale. La villa è dei primi decenni del XVIII secolo e rispecchia fedelmente i modelli dell’epoca. La costruzione sembra opera dell’architetto veneziano Domenico Rossi che faceva parte di quel gruppo di artisti (Massari, Sardi, Tremignon) che, pur legati agli schemi classici, si dimostrarono particolarmente aperti alle nuove istanze costruttive.  Per le visite chiamare allo 043789323/0437943190.

Villa Tonello Zampiero
ad Arten di Fonzaso . La villa risale al XVI secolo e apparteneva alla famiglia Bovio. La parete della loggia è affrescata. I soffitti a volta sono decorati dal Sansovino, le pareti sono decorate a stucchi. Possedeva una chiesetta e il giardino, ora nel cortile c’è una bella fontana datata 1716.

Villa Cassol (Formegan di Santa Giustina)
E’ una villa del ‘700 piccola ed aggraziata. Da poco restaurata, ha recuperato completamente la facciata, che è stata disegnata con l’antica tecnica del graffito, nata nel periodo rinascimentale, che si basa sulla sovrapposizione di un intonaco bianco su uno scuro. Quello bianco viene poi inciso con un punteruolo lasciando trasparire il fondo scuro sottostante. Per gli orari delle visite chiamare allo 043788626.

Villa Nòrcen (Dussano di Santa Giustina)
Il complesso, iniziato alla fine del Settecento, è costituito da una serie di corpi contigui disposti ad “L”. Nell’Ottocento la villa venne trasformata ed abbellita con interventi dell’architetto Giuseppe Segusini ed il pittore Pivetta di Ceneda; venne sistemato anche il giardino creando un impianto con aiuole, viali e fontane, delimitato da un bel muro in pietra a forma ellittica. Per informazioni e visite telefonare allo 0437943421.

Villa Alpago – Novello (Frontin di Trichiana)
La villa si offre al visitatore sia con una bella vista frontale sia con un’altrettanta suggestiva vista di scorcio. La morfologia dell’edificio è piuttosto anomala, rispetto ai canoni locali: in effetti essa deriva dalla trasformazione di edifici minori precedentemente esistenti. L’importante intervento architettonico è avvenuto sostanzialmente durante il Settecento e con qualche integrazione nei secoli XIX e XX. Per informazioni e visite telefonare allo 043733040/0437554586.

Villa Buzzati
Traverso in località san Pellegrino di Belluno. La Villa è soprattutto conosciuta come dimora dello scrittore Dino Buzzati che qui nacque nel 1906 e nella chiesetta volle essere sepolto. L’eidificio costituisce l’unico, grande e compiuto esempio di residenza della metà del XIX secolo, in cui architettura e pittura appaiono intimamente fuse. Questa villa di tipo “romantico” presenta decorazioni esterne di P. Molmenti. Il corpo di fabbrica del giardino venne restaurato e pittoricamente trasformato in un castello diroccato adeguandosi allo stile neogotico secondo la moda romantica del tempo. Per gli orari delle visite chiamare allo 0437926414.